Uno dei momenti più emozionanti delle nozze è il primo ballo sposi. Usanze, tradizioni e consigli: ecco tutto quello che dovete sapere in merito. Siete pronti a rompere la timidezza e ad aprire le danze del vostro matrimonio?

Ballo di coppia: attenzione al galateo

Prima di addentrarci nel vivo della vostra scelta, vediamo quali sono le indicazioni previste dal galateo in merito al ballo di coppia. In realtà, a differenza di altre situazioni in cui le regole sono molto più ferree, in questo caso è bene che a prevalere sia il divertimento degli ospiti e di voi sposi.
Le uniche regole al riguardo fanno riferimento alla scaletta delle danze, che sarebbe buona norma seguire per conferire al momento del primo ballo sposi quel tocco di classe e romanticismo che merita:

  • il primo ballo dovrebbe essere un lento, meglio se un valzer, riservato esclusivamente agli sposi, simboleggiando così la nascita della nuova famiglia;
  • il secondo ballo è riservato allo sposo con la madre della sposa e alla sposa con il padre dello sposo, simboleggiando così l’unione delle famiglie;
  • il terzo ballo è riservato allo sposo con sua madre e alla sposa con suo padre, simboleggiando così la gratitudine verso la famiglia d’origine.

A questo punto la pista è libera e tutti gli ospiti possono avvicinarsi senza una scaletta. Nessuna indicazione particolare in merito alla musica da scegliere: vanno benissimo le canzoni attinte da un repertorio classico, così come quelle più vivaci e allegre. È preferibile avere a disposizione una band o un’orchestra dal vivo per qualche ora per poi affidarsi al dj-set, ovvero alla selezione musicale, ideale per scatenarsi in pista fino a notte inoltrata.

Se vi raggiungeranno degli ospiti per il taglio della torta, è bene far vivere anche a loro un momento speciale con un nuovo ballo. Su una cosa, però, il galateo non transige: l’area dedicata alla pista da ballo deve essere costantemente presidiata da un angolo bar.

Quando scegliere di aprire le danze

A seconda della vostra personalissima scaletta, concordata con musicisti e responsabile di sala, potete decidere quando aprire le danze con il primo ballo sposi. In linea di massima, i momenti più gettonati sono i seguenti:

Al vostro arrivo in location

Ovvero appena dopo aver pronunciato le promesse di matrimonio, quando gli invitati vi staranno aspettando per il primo brindisi. A questo punto potete far partire la musica e lasciarvi andare a un momento tutto vostro.

Dopo aver varcato l’ingresso nella sala principale

Cioè dopo aver scambiato i primi auguri, gustato gli antipasti e scattato le foto di rito, quando tutti faranno il loro ingresso nella sala o nella zona dedicata al banchetto. A questo punto la band o il dj annuncerà il vostro arrivo sulle note della vostra canzone.

Dopo il taglio della torta

Una volta terminato il banchetto principale, l’atmosfera sarà allietata semplicemente da una musica di sottofondo. A questo punto tra fuochi pirotecnici e bolle di sapone, potete far partire la musica del primo ballo sposi, dando il via al momento delle danze. Una volta concluso il ballo potrete congedare gli ospiti che vorranno andar via, distribuendo loro le bomboniere, mentre tutti gli altri si scateneranno con voi in pista per un post serata all’insegna del divertimento.

Un ballo tutto da vivere… e da scegliere!

Che canzoni scegliere per il primo ballo sposi? Un’impresa che può essere semplice oppure alquanto difficile. Tutto dipende dai vostri gusti, dalla vostra personalità e dal fil rouge che avete deciso di dare al vostro evento. Possiamo suddividere i primi balli in due macro categorie: il ballo tradizionale -che prevede un lento di coppia con frasi d’amore su una melodia romantica italiana o straniera- e il primo ballo coreografato, dove è opportuno uno studio, seppur minimo, dei passi e dei movimenti.

Ecco i principali balli coreografati:

A ritmo di swing

Se volete rivivere l’atmosfera degli anni Cinquanta, scegliete uno stiloso e dinamico Lindy Hop. In questo caso dovrete fare particolare attenzione alle calzature da indossare: meglio preferire scarpe eleganti comode per scendere in pista con questo tipo di ballo!

Un caliente latino

Se amate i ritmi seducenti, potete concedervi un passo a due sulle note di una musica latinoamericana. A ritmo di samba, cha cha cha, rumba, paso doble e jive, porterete in pista un vero scompiglio. E se volete osare, liberate la vostra fantasia con un bellissimo ballo caraibico scegliendo tra salsa, merengue e bachata.

Classico o sensuale?

Se volete optare per due grandi generi intramontabili, scegliete pure un classico valzer su cui volteggiare in pista, oppure un sensuale tango da ballare tendendo lo sguardo fisso sui vostri occhi. Optate per l’uno o l’altro a seconda dell’impronta stilistica che darete al vostro evento e, ovviamente, in base alle vostre capacità di movimento. Un valzer sarà di certo più semplice da approcciare che un tango, ballo che richiede una certa scioltezza nei movimenti, nonché un pathos tutto latino. 

Un flashmob a sorpresa

Ma se invece avete voglia di divertirvi e soprattutto coinvolgere altre persone nella tradizione del primo ballo sposi potreste sempre optare per un esilarante flashmob. I vostri invitati rimarranno letteralmente di stucco e accompagneranno con molto piacere la vostra speciale coreografia, a suon di battito di mani. Organizzate un gruppetto e insegnate loro i passi base: sarà un momento divertentissimo che tutti ricorderanno nel tempo!

La musica insomma accompagnerà il vostro evento. Sarà quella costante con cui stupire, allietare, intrattenere, emozionare e divertire. Così come il primo ballo sposi segna l’inizio della festa, scegliete pure una canzone o un ballo con cui chiudere le nozze: può essere una melodia lenta con cui concedervi un ultimo ballo di coppia oppure una canzone euforica, perfetta per lanciare il vostro bouquet da sposa.

Previous post Noleggio auto matrimonio
Next post Testa di moro siciliana sbarca nel mondo wedding

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.