È arrivato il momento di affrontare un argomento tosto, che racchiude diverse questioni. Quando comprare l’abito da sposo? Quante prove abito sono necessarie? Come faccio a capire qual è la taglia giusta per me? Niente paura, abbiamo tutte le risposte che ti servono

Troverai tutte le risposte in questo articolo, ma in linea di massima possiamo anticipare che il tutto dipende dal tipo di abito che hai in mente di acquistare. Il tuo sarà un abito su misura? In questo caso sarà imprescindibile iniziare la ricerca anche 9 mesi prima. Devi considerare poi le varie prove abito, molto più frequenti se, appunto, l’abito verrà realizzato da zero.

La scelta di un abito da sposo su misura è sicuramente azzeccata se vuoi distinguerti e risultare di un’eleganza senza precedenti. Non è però solo questione di vanità: molti uomini, infatti, scelgono il servizio su misura anche per riuscire ad assecondare certi desideri o necessità non soddisfacibili con un capo già confezionato, che non lascia spazio alla personalizzazione.

In un capo unico, realizzato su misura, la scelta del tessuto è chiave: come per una sposa che desidera riutilizzare un vestito vintage, anche un uomo potrà realizzare il suo abito magari scegliendo come base il tessuto dell’abito del padre o del nonno, sancendo un legame indissolubile e svelando una storia tutta da raccontare.

Azzeccare la taglia

Una volta individuato lo stile che lo rappresenta, anche per un uomo è imprescindibile provare e riprovare l’abito al fine di eliminare ogni imperfezione. Pantaloni, giacca, camicia ed eventuale gilet dovranno cadere alla perfezione valorizzando la corporatura del futuro sposo.

L’abito da sposo, ma non solo, non deve essere né troppo stretto né troppo largo; non pensare però di poter stare comodo come in tuta! Il pantalone dovrà salire un po’ quando ti metterai seduto, per cui attenzione ai calzini! Per un uomo gli accessori sono fondamentali.

Anche la giacca dovrà essere avvitata, giusta di spalle e di vita, con l’obiettivo di slanciare la figura. Controlla le maniche e accertati che siano della giusta lunghezza, né sopra la mano, né a metà avambraccio, e assicurati che il tessuto non crei strani effetti di abbondanza sulle braccia.

Abito e fisico vanno a braccetto

Inoltre, gli abiti da uomo per cerimonia vanno scelti anche in base alla propria corporatura. A seconda del tuo fisico ci saranno forme che ti valorizzeranno più di altre.

Ad esempio, se non sei molto alto, evita soprabiti o giacche molto lunghe e prediligi smoking e abiti classici. Se il fisico te lo permette, punta tutto su un abito slim fit, che affusolerà la tua figura, rendendoti più alto. Anche la giacca deve essere sempre adattata all’altezza; nello specifico, deve essere al pari della linea inferiore del gluteo. 

Uno sposo basso deve evitare giacche a doppio petto perché focalizzano l’attenzione sul tronco mentre sono da preferire i modelli a chiusura retta con un solo bottone perché lasciano intravedere la camicia, regalando qualche centimetro in più. Sulla stessa scia, orientati per la scelta del gilet. 

Gioca poi sull’effetto monocromatico per assicurarti una sintonia visuale tra giacca e pantaloni, e prediligi la cravatta al posto del papillon.

Allinearsi alla mise del o della partner 

Ebbene sì, sarà pur vero che in una coppia ognuno è libero di esprimere la propria personalità senza troppi vincoli, ma cosa accadrebbe se la tua dolce metà si presentasse all’altare con un abito estroso e coloratissimo e tu con un completo classico e ultra tradizionale?

Di sicuro un’immagine ben poco gradevole. Per evitare questo inconveniente, informati sullo stile generale dell’abito del o della partner. Ciò non significa che dovrai rinunciare ai tuoi gusti ma semplicemente individuare quel fil rouge che possa creare armonia tra i due look. 

Personalizzare l’abito da sposo

E a proposito di dettagli, come rifinire il look dello sposo impeccabile senza prendere in considerazione tutti gli accessori necessari? Anche in questo caso il focus dovrà essere lo stile generale e l’atmosfera delle nozze, così come il proprio gusto personale.

Cravatta, papillon, scarpe e qualsiasi altro accessorio dovranno dialogare armoniosamente con l’abito, senza creare contrasti stridenti. Per questa ragione è preferibile scegliere tutti gli elementi che andranno a comporre il total look in un’unica giornata o perlomeno in tempi ravvicinati.

Due o tre pezzi?

A meno che tu non abbia scelto di indossare uno smoking, è bene considerare il panciotto per le tue nozze, sia per una questione di galateo -quindi di importanza ed eleganza-, sia per una questione di stile.

Il gilet, infatti, è il capo con cui giocare con personalizzazioni di tessuto, con contrasti e con il numero di bottoni (da 3 a 4) a seconda della formalità del tuo evento. Tono su tono, lucido, damascato: non hai che l’imbarazzo della scelta.

La camicia, quel dettaglio che fa la differenza

Durante la prova in atelier ti capiterà di indossare molti abiti avendo una camicia prova che, quindi, sarà diversa da quella che sceglierai per le tue nozze.

La camicia è quel capo che completa il look definendone lo stile. Non sottovalutare il suo acquisto, scegli tessuti traspiranti a seconda della stagione (popeline di cotone, cotone, lino, debby); prediligi il bianco ed evita l’azzurro e il grigio.

Non rinunciare ai gemelli, assicurati che il colletto sia alla francese per indossare meglio cravatta o plastron e che i polsini siano ben doppi.

Tradizionalisti e rétro: il cappello a cilindro

Amare la tradizione vuol dire mantenere vivi gli usi e i costumi di una volta. Senza guardare troppo indietro, all’inizio del secolo i borghesi erano soliti indossare i cappelli, mentre oggi l’accessorio da uomo per eccellenza sembra voler suggerire toni più informali e rilassati.

È possibile indossarlo sia durante eventi pomeridiani che serali, ma ricordati di toglierlo prima di fare l’ingresso in chiesa!

Papillon o cravatta?

Il papillon, detto anche farfallino, è un elemento imprescindibile se si vuole mantenere quel tocco di carattere in più pur mantenendo uno stile classico. Papillon a tinta unita o con motivi: ne esistono diverse varianti ma tutte esprimono ugualmente eleganza.

Perfetto sullo smoking, in genere si predilige di colore bianco, argentato o nero per prendere parte a eventi sofisticati e alla moda, ma avrai comunque la possibilità di giocare con delle nuance più accese a seconda dell’outfit scelto per le nozze, oltre alle varie tipologie di tessuto che spaziano dal raso, al velluto fino ad arrivare al panno grezzo dal sapore country chic.

La cravatta potrebbe apparire la scelta più rigorosa e a tratti monotona. Sbagliato! Oggigiorno è possibile giocare con colori, dimensioni e fantasie sbarazzine anche in quello che da sempre è considerato l’accessorio più formale dell’abbigliamento uomo.

Il consiglio è provare tante cravatte e tanti papillon, per capire quale accessorio ti valorizza. 

Eleganti al massimo con la boutonnière

La boutonnière (in italiano bottoniera) è una decorazione floreale da applicare al rever sinistro della giacca da uomo. Generalmente composta da girasoli, rose rosse o piccole composizioni, non tutti sanno che la bottoniera è la versione maschile del bouquet di fiori della sposa.

È uno degli elementi del look maschile da non tralasciare se si vuole essere veramente eleganti e rappresenta un ottimo compromesso anche per le nozze boho chic. 

Le bretelle: praticità ed eleganza in un solo accessorio

Le bretelle sono sinonimo di buon gusto e comodità allo stesso tempo.

Nate circa tre secoli fa, non sembrano proprio voler lasciare la scena, anzi, sono tornate di moda per celebrare lieti eventi, primi fra tutti i matrimoni.

Sono disponibili in vari tessuti e colori ma senza dubbio uno tra i modelli più gettonati è la bretella elastica nera, inadatta però per un matrimonio country o sulla spiaggia, dove il colore e l’originalità sono i protagonisti. 

Orologio da taschino

Per lo sposo più attento ai dettagli, che magari ha scelto un vestito audace, anche l’orologio da taschino ha un suo perché.

Perché non scegliere quello del nonno, sempre per dare un significato a ciò che indossi? L’orologio è anche un accessorio utile per scattare fotografie divertenti e dai tratti rétro: mostralo ai fotografi, sicuramente non mancherà una foto nell’album. 

Non dimenticarti il profumo!

Non pensavi eh? Ebbene anche il profumo è da considerarsi un accessorio, nonché uno di quegli elementi a cui non si può rinunciare. Come si sa, sono i dettagli a fare la differenza! Ami le essenze dolci e lievemente fruttate o quelle secche e persistenti? In ogni caso, fai delle prove per testare l’effetto che quella determinata fragranza ha su di te.

A seconda della tipologia di pelle, infatti, la fragranza avrà delle note olfattive diverse anche per quanto riguarda la durata. Abbina poi l’essenza prediletta alla stagione in cui celebrerai le nozze. Ricordati di non eccedere mai con le dosi altrimenti potresti infastidire gli invitati.

Con questo articolo speriamo di averti dato la chiave per scegliere l’abito da sposo perfetto per te. Ovviamente, non sarai solo in questo percorso, ma accanto a te ci saranno figure professionali esperte, quali sarti o fashion consultant, pronti a consigliarti in caso di dubbi o di scelte azzardate. Quindi, niente paura, siamo sicuri che ce la farai! 

Previous post Colori abito da cerimonia uomo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *