Matrimonio in calabria: Ricordo sempre vivo di una tradizione

Cosa c’è di più romantico, in un matrimonio al sud, della serenata? Un dolce omaggio che lo sposo, la sera prima del matrimonio, regala alla sua promessa. E se non si possiedono grandi doti canore, non disperate; la bellezza sta proprio nella semplicità del gesto!

La bellezza di un matrimonio al sud tra semplicità e affascinanti credenze

La Calabria, una regione dal fascino magnetico in cui il profumo della terra e del mare si mescola con la storia, la cultura e la tradizione. Così, il rispetto di antiche credenze, pratiche e usanze sono la base dell’identità culturale di un popolo che ne conserva gli aspetti peculiari soprattutto in determinate ricorrenze, tra le quali vi è certamente il matrimonio. Ma quali sono le tradizioni legate a un matrimonio in Calabria? Scopriamole insieme!

Tradizioni calabresi – Usanze si o usanze no? Futuri sposi a voi la scelta!

Il matrimonio è il momento cruciale che sancisce l’unione di una coppia e in quanto tale merita di essere celebrato in grande stile.

In Calabria, a conferire un carattere unico e speciale a questo giorno sono, senza dubbio, i riti e le convinzioni locali tramandate di generazione in generazione e che i futuri sposi scelgono di seguire come segno di appartenenza alle tradizioni della propria terra.
Alcune di queste sono ormai in disuso, altre potranno sembrarvi anacronistiche, altre ancora, invece, sono state rispolverate in un’ottica più moderna.

Un vecchio detto recita “figlia ancora in fasce e corredo già nel baule”: una prima tradizione, difatti, vede le mamme e le nonne adoperarsi, con largo anticipo, affinché la figlia femmina abbia pronta la cosiddetta “dote” che altro non è che il corredo nuziale, in vista del grande giorno.

Perciò pregiate lenzuola di lino, asciugamani, coperte etc.. con tanto di dettagli in pizzo, macramè e merlettature varie, venivano finemente ricamate ed esposte con un certo vanto ad amici e parenti. Oggi, quella del corredo è una tradizione calabrese (e non solo) ancora non estinta, sebbene pizzi e merletti abbiano lasciato il posto a un gusto più contemporaneo.

Cos’altro c’è da sapere su un tipico matrimonio calabrese?

Tra le tradizioni locali legate al matrimonio in Calabria, ricordiamo anche la cosiddetta “trasuta” termine dialettale che indicava il momento in cui lo sposo, recandosi a casa della sua promessa, manifestava le sue reali intenzioni innanzi la famiglia.

Seppur in un’ottica meno formale, quest’usanza è ancora in auge, soprattutto nei piccoli borghi della Calabria, dove i futuri nubendi, insieme ai rispettivi genitori, s’incontrano per ufficializzare il fidanzamento e per scambiarsi, reciprocamente, dei doni: solitamente un “brillocco” per lei e un orologio per lui.

E cosa c’è di più romantico, in un matrimonio al sud, della serenata? Un dolce omaggio che lo sposo, la sera prima del matrimonio, regala alla sua promessa.
E se non si possiedono grandi doti canore, non disperate; la bellezza sta proprio nella semplicità del gesto!

Così, a pochi metri dal suo balcone attorniato da amici e parenti intona canzoni d’amore, spesso accompagnato dal suono di una chitarra e per chi ama particolarmente il folklore, anche di un tamburello strumento che di regola in un matrimonio celebrato in Calabria non può mancare!
Dunque assistere al matrimonio, in Calabria significa assaporare a pieno, sin dai preparativi, la magia del momento nel rispetto di una tradizione che non tramonta mai!

 

 

 

 

Condividi su:

Cerca nel blog

Seguici su: