IL TABLEAU DE MARIAGE

attore protagonista del Wedding Day

Da semplice tabellone per la disposizione degli ospiti, il Tableau de Mariage è diventato, a pieno titolo, interprete scenografico dell’allestimento nuziale: non soltanto, quindi, una “mappa” della pianificazione dei tavoli del ricevimento, ma molto di più!

Anche in questo caso, al pari degli altri elementi decorativi, è fondamentale che il Tableau sia in linea con il tema, lo stile ed i colori del Wedding Day per garantire una visione d’insieme coerente ed armonica. Solitamente, ma questa non è una regola, il Tableau de Mariage viene posizionato nell’ area aperitivo in modo che, nell’attesa degli sposi, gli invitati abbiano tutto il tempo per individuare  il posto loro assegnato.

Ma, come anticipato, oltre al ruolo formale e pratico, il Tableau riveste la funzione di richiamare ed enfatizzare il filo conduttore dell’evento: ed è proprio questo l’aspetto che, oggi, voglio raccontarvi.

Struttura, graphic design e nomi da attribuire ai tavoli sono gli elementi distintivi del Tableau de mariage da raccordare e che permettono di giocare con la fantasia!

Una delle strutture più gettonate è il classico cartellone stampato, inserito in una cornice, che può essere utilizzato come base sulla quale applicare i vari “tag” (etichette) con i nomi degli invitati: questa tipologia di Tableau permette di riprodurre su carta o su tela lo sfondo coordinato con il leitmotiv dell’evento.

Per gli amanti dei viaggi e delle esplorazioni, ad esempio, lo scenario ricorrente è quello di mappe e planisferi con puntine e tag sistemate sui luoghi visitati dagli sposi o sulle mete preferite.

Un’alternativa di grande impatto visivo, se la location dispone di un giardino alberato, è quella di fissare ai rami i cartoncini con i nomi degli invitati, intervallati da balls di vetro, per ricreare un’atmosfera Natural Chic.

Un’originale soluzione, molto apprezzata dalle “coppie MaidireMai”, è la struttura Altalena: un Tableau-Allestimento, arricchito da fiori e nastri, dal quale far dondolare le etichette con i nomi degli ospiti. Una struttura che, all’occorrenza, può trasformarsi in un set per gli scatti fotografici con familiari ed amici.

E poi ancora: strutture circolari con inserti di cristalli, porte con caselle girevoli, pannelli come fondali, Tableau nominativi, lavagnette, valigie vintage, biciclette d’epoca, scale in legno, oggetti shabby!

Via libera, quindi, alla creatività per ideare e realizzare questo elemento personalizzato dell’allestimento con l’unica raccomandazione di restare fedeli allo stile del Wedding Day: non solo nomi elencati, quindi, ma un vero e proprio angolo tematico per completare la panoramica scenografica del matrimonio.

Le ultime tendenze, in tema di pianificazione tavoli, sono fortemente legate all’idea del riciclo creativo e di Tableau dinamico: quest’ultimo è un Tableau giocoso, interattivo che impegna gli ospiti nella ricerca del proprio nome…Una sorta di caccia al tesoro!

Tuttavia, qualora il vostro matrimonio fosse estremamente informale e non vorrete dare agli ospiti una precisa disposizione, potreste esporre questo cartello dal sapore confidenziale: “Come as you are, stay as long as you can. We’re all family now, so there’s no seating plan”, in italiano: Venite così come siete, rimanete il più a lungo possibile. Siamo tutti di famiglia adesso, per questo motivo non ci sono posti prestabiliti…In altri termini “Sedete dove volete!”.

Al prossimo appuntamento!  

MaidireMai Wedding Planner

Condividi su:

Cerca nel blog

Seguici su: